Vai al contenuto

H2-Synergy

DESCRIZIONE PROGETTO

Il progetto H2-Synergy è finalizzato ad ottimizzare la conversion delle energie rinnovabili grazie alla produzione di H2/syngas e biochar, associando un processo di elettrolisi di vapore ad alta temperatura (con cella ad ossidi solidi) ad un processo di gassificazione di biomasse residuali e/o rifiuti plastici, sfruttando l’O2 prodotto dall’elettrolisi. Il processo è completato con l’aggiunta di un’unità di oxy-reforming posta all’uscita del gassificatore, che sfrutta l’O2 prodotto dall’elettrolisi per abbattere i catrami e gli idrocarburi leggeri per convertirli a syngas (CO e H2). L’integrazione permette di recuperare il calore della gassificazione migliorando notevolmente l’efficienza dell’elettrolisi, diminuendo i costi e aumentando la resa della gassificazione. Il processo prevede inoltre la co-produzione di biochar come materiale ad alto valore aggiunto che sarà valorizzato valutandone le caratteristiche come ammendante, materiale adsorbente e il suo inserimento in filiere industriali.

OBIETTIVI

L’obiettivo del progetto H2-Synergy riguarda l’utilizzo di energie rinnovabili e biomasse o plastiche di scarto per la produzione di H2/syngas e biochar, tramite l’accoppiamento la produzione di idrogeno e ossigeno con un elettrolizzatore a ossidi solidi e lo sviluppo di un processo di gassificazione alimentato con miscele ricche in ossigeno

RISULTATI ATTESI

Il progetto H2-Synergy prevede i seguenti output attraverso la realizzazione dei 5 Work Packages:

  • Il WP1 si prefigge di identificare la composizione di catalizzatori di oxy-reforming, di scalare la più efficiente e di sviluppare i materiali per il sistema SOEC.
  • Il WP2 si prefigge di: – validare in scala di laboratorio la gassificazione delle biomasse con miscele O2/CO2/H2O e raccogliere le indicazioni utili all’applicazione in condizioni
  • Il WP3 prefigge lo sviluppo di un gassificatore innovativo integrato ad oxy-reforming con miscele O2/H2O per la valorizzazione di scarti di filiera.
  • Il WP 4 si prefigge di caratterizzare i char ottenuti in diverse condizioni dal punto di vista morfologico, chimico-fisico e di composizione elementare oltre che di eterminare le proprietà di assorbimento del char e le sue potenzialità come ammendante o il suo inserimento in processi industriali
  • Il WP5 si prefigge di disseminare i risultati del progetto

PARTNER DI PROGETTO

CIRI-FRAME (UniBO) Centro Interdipartimentale per la ricerca Industriale – Fonti Rinnovabili, Ambiente, Mare ed Energia è il capofila di progetto.

CNR-ISSMCIstituto di Scienza, Tecnologia e Sostenibilità per lo Sviluppo dei Materiali Ceramici

CIDEA (UniPR) – Centro Interdipartimentale per l’Energia e L’ambiente

CIFLA – Centro per l’Innovazione di Fondazione Flaminia.

Il progetto H2 Synergy è realizzato grazie ai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna

SCHEDA TECNICA

Priorità 1: RICERCA, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ

Contributo progetto: 699.167,66

Contributo Regionale pari ad euro 499.917,36